InDocente. Un anno di classe

InDocente. Un anno di classe

di Maurizio De Sangro

Quello che succede davvero, all'interno di una classe, è quasi un mistero assoluto, impenetrabile. Lo vorrebbero sapere in tanti: i genitori, quando non colgono, nei propri figli, i segni evolutivi di un percorso scolastico o quando scoprono, rammaricati e spesso sorpresi, la cattiva pagella; i nuovi presidi, sempre più dirigenti e sempre meno docenti, quando hanno difficoltà ad analizzare i dati controversi; il ministro di turno della pubblica istruzione, che appare sorpreso anch'egli, quasi che la scuola fosse un ambiente asettico rispetto alla virulenza ambientale che ci circonda ed è tenuto a dare risposte alla scomoda classifica Pisa-Ocse che colloca la preparazione dei quindicenni italiani agli ultimi posti in Europa e dintorni. La scuola stessa è davvero una priorità nella società del Grande Fratello, Miss Italia, veline, Champion-league, Facebook, ecc.? Cosa significa, oggi, fare l'insegnante? "InDocente" non dà risposte; è solo un diario di scuola, ma del prof. questa volta. Può servire per prendere atto e meditare su quello che realmente succede in una classe standard di un istituto scolastico standard, magari tra i migliori e meglio organizzato. Forse un'occasione utile per capirne qualcosa di più, per meglio giudicare e trovare soluzioni e modelli diversi o magari per mettersi in discussione o chiuderla definitivamente e cercare altrove!