Vicini

Vicini

di Claude Houghton

Il protagonista di questo romanzo di esordio di Claude Houghton per la prima volta in traduzione italiana, è un giovane scrittore che decide di prendere una stanza in una pensione, sperando di trovare un ambiente tranquillo per poter lavorare. Una notte, il suono di una risata fuori dalla porta gli rivela che nella stanza accanto c'è Victor, un nuovo vicino verso cui il narratore prova fin da subito un odio e un'avversione incontrollati. Presto i suoi sentimenti si trasformano in un'ossessione per le frequenti conversazioni e le avventure amorose dell'indesiderato vicino, che possono essere sentite con chiarezza attraverso le sottili pareti. Da quel momento, la stanza si riempirà delle pagine in cui il giovane scrittore racconta fin nei minimi particolari la vita quotidiana di Victor. Il titolo è una storia surreale e coinvolgente, in cui il protagonista scoprirà solo alla fine il senso della propria esistenza.