Lo scoiattolo. Storia d'amicizia

Lo scoiattolo. Storia d'amicizia

"L'intelligenza, la volontà, l'istinto puntano sul proprio 'genio' da trasferire nel mondo, nelle cose, nelle persone, per apprendere un grano di soddisfazione piuttosto che di perfezione, d'egoismo e narcisismo piuttosto che di generosità e d'estetica. Il desiderio inventa lui stesso e propone l'anima seducente quale norma - o geometria - d'interessante, di utile al successo, al consumo dell'esistenza. Accattivante è l'ambizione, la potenza, il dominio, la volubilità proteiforme della brama. La libertà - per lume intellettuale - ravviva la cosa e vi si accorda; vi accorda la serenità della responsabilità, la convivenza, l'accadimento." (Da "Crogiolo perenne" di Don Fernando Flori)